Moda donna

Il Sondaggio
Mi ispira molto
 
News di Kayenna.net
Banner-adsense-leader
Banner

Moda donna

Nasce a Roma la boutique Flanella Grigia Donna

Nasce a Roma la boutique Flanella Grigia Donna Lo stile sartoriale e rigoroso di Flanella Grigia diventa femminile, con una boutique nel cuore di Roma e una collezione firmata da Gianluca Capannolo, lo stilista più amato della nuova generazione Flanella Grigia, storico marchio lanciato dal sarto napoletano Domenico D’Angelo nel 1972 e sinonimo dell’eleganza maschile a Roma, inaugura la sua prima boutique donna, in via dei Prefetti 11, affiancandola alle due boutique uomo di piazza Pitagora, nel quartiere Parioli, e di piazza del Parlamento. In un ambiente arioso di 80 metri quadrati con soffitti a volta e pareti dipinte in grigio perla, che riprende i caratteri del marchio Flanella Grigia, trovano spazio abiti e accessori per una donna dallo stile deciso, che apprezza i tessuti maschili e l’artigianalità del bello e ben fatto italiano, ma cerca uno stile contemporaneo e unico.

Il coordinamento della nuova boutique e della linea Flanella Grigia Donna è stato affidato a Rossella De Fano, erede di una delle famiglie che più hanno contribuito all’affermazione della moda in Italia, che a sua volta ha scelto di farsi affiancare nella nuova impresa da Gianluca Capannolo, stilista molto amato dell’ultima generazione, alle spalle la direzione creativa di Krizia, Metradamo e una proficua collaborazione con Roberto Cavalli. Per questa prima collezione, un debutto che comunque supera i cinquanta capi, Capannolo ha lavorato sulle tinte più seducenti dell’estate – la gamma dei verdi dal turchese al prato, i rossi dall’arancio al vinaccia, i blu dal celeste all’oltremare - e su tagli semplici ma raffinati, resi possibili dall’uso di tessuti di grande qualità - voile, mousseline di seta, popeline - selezionati in tutta Italia e realizzati in laboratori specializzati di grande tradizione. Il capo iconico è una gonna costruita con quindici metri di voile di cotone: un lampo di colori di grande impatto da abbinare a una semplice camicia bianca.

“Ho pensato a una donna dallo stile versatile, con il gusto dei tessuti pregiati e dei dettagli curatissimi”, dice Gianluca Capannolo, che fra i tanti pezzi ha dedicato particolare attenzione proprio alle camicie, di cui Flanella Grigia è specialista da quando, nel 2010, ha acquisito e rilanciato Albertelli, sinonimo della camiceria di lusso nella capitale: “Abbiamo lavorato a una rielaborazione dei modelli maschili, soffermandoci in particolare sui colli”, dice ancora Capannolo. Come spiega Rossella De Fano, “quando mi è stato chiesto di occuparmi della linea donna di Flanella Grigia, ho subito convenuto che, oltre a identificare un designer che interpretasse creativamente lo spirito delle collezioni uomo, sarebbe stato fondamentale non perdere, ma anzi potenziarne lo spirito e la cura artigianale. Per questo, con Gianluca abbiamo selezionato specialisti quasi in ogni regione d’Italia”. Il double “che esige macchine speciali e grande manualità” arriva dunque da un laboratorio siciliano, mentre pantaloni e maglieria dalla Puglia. Le calzature nascono invece nelle Marche e a Capri, create ad hoc da artigiani d’eccezione.! In questa delicata alchimia fra storia e contemporaneità, fra tradizione e innovazione, il servizio alla cliente riveste un ruolo fondamentale: “Come in una sartoria”, racconta Rossella De Fano, la cliente potrà non solo chiedere modifiche, accorgimenti e dettagli personalizzati, ma anche ordinare capi esauriti, certa di ricevere la consegna entro pochi giorni”.

Il marchio Flanella Grigia racchiude in sé la tradizione della sartoria artigianale italiana su misura, affiancandole la continua ricerca di tessuti innovativi. Una manifattura d’eccellenza, comoda e versatile ma sempre elegante. Le collezioni con marchio Flanella Grigia coprono tutto il guardaroba, dagli abiti alle camicie, dalle cravatte alle scarpe comprese le cinture e i profumi. Per ogni voce è stato selezionato con un'attenzione quasi maniacale il fornitore migliore: le camicie arrivano da Napoli, le scarpe dalle Marche, le cinture sono create da un artigiano di Ferrara, i tessuti di cotone da Como, le lane da Biella, le sciarpe sono opera di due artigiani di Lucca e di Genova, tessute ancora al telaio di legno. E’ la filosofia Flanella Grigia e del suo fondatore Domenico D’Angelo: “Volevo realizzare nella capitale qualcosa che valorizzasse il patrimonio inestimabile del made in Italy che rischiamo di perdere”.

Dim lights

 

Tendenze sposa 2014-2015.

Tendenze sposa 2014-2015.È finalmente cominciato il gran caldo, la stagione estiva scopre corpi, spiagge e … matrimoni!

Si, perché il periodo preferito dalle coppie per pronunciare il “Grande Si” è proprio questo, magari al tramonto, accarezzati da una brezza leggera, incorniciati in suggestivi scorci delle coste italiane.

Ma cosa detta la moda per la sposa di questo 2014/2015?

Dalle case più famose alle vetrine di sartoria, questo è l’anno della sposa raffinata, romantica e anche un po’ principessa.

Potremo ammirare amiche e parenti in abiti ricoperti di applicazioni scintillanti, pizzi o ricami finissimi, oppure avvolte in tessuti leggeri e scivolati, impreziositi da cascate di perline e decorazioni luccicanti.

Molto di tendenza, o dovremmo dire “cool”, è anche lo stile vintage http://www.sposamore.com/it/14-abiti-da-sposa-vintage , sempre più numerose le sposine che decidono di “rivisitare” e indossare l’abito da sposa della mamma… cosa c’è di più romantico?! In tal senso anche lo stile anni ’20, che sembra adattarsi perfettamente alle figure più esili ed anche a quelle un po’ “in forma”http://www.sposamore.com/it/22-abiti-da-sposa-taglie-forti .

Sempre verdi, invece, gli abiti corti, preferiti dalle spose meno esigenti e più dinamiche, ma anche per le cerimonie civili, ugualmente impreziositi da decorazioni e talvolta completati da accessori dal tocco bon-ton come cappellini e veli corti http://www.sposamore.com/it/30-abiti-da-sposa-corti .

Ancora non del tutto scemata l’influenza “Princess Kate”. L’adorabile consorte del Principe William di Galles, con il suo meraviglioso abito, stupenda pur non lasciando intravedere alcuna parte del suo esile corpo. In questa aura vedremo, quindi, pizzi velati a coprire decolletè e spalle, abiti un po’ “coprenti” ed infine spalline strette all’attaccatura che si allargano sulle spalle http://www.sposamore.com/it/19-abiti-da-sposa-principessa .

Il colore protagonista assoluto rimane il bianco puro, ma figura anche il rosa in tutte le sue sfumature.

 

Colori e stampe di tendenza, tessuti delicati ed impalpabili per la nuova mini-collezione di abbigliamento femminile proposta da Cannella per l’estate

Colori e stampe di tendenza, tessuti delicati ed impalpabili per la nuova mini-collezione di abbigliamento femminile proposta da Cannella per l’estateE’ ancora Francesca Chillemi la testimonial della moda CANNELLA, la maison di abbigliamento tutto made in Italy, questa volta interprete di una collezione flash ispirata all’estate ed ai colori del mediterraneo.

La nuova capsule collection CANNELLA, in edizione limitata ed in promozione con mini prezzi, presenta capi leggeri e quasi eterei.

Realizzati in delicati voile a georgette e satin, i morbidi kaftani sono abbinati ad abitini, ai pantaloni o ai più eleganti capri. Più freschi ed adatti sia al giorno che alle calde serate estive, cotone e lino, che ritroviamo in abiti con inserti “vedo-non-vedo”, nelle giacchine in coordinato, nelle jumpsuite e nelle tutine, autentici must-have della stagione, realizzate nelle fantasie e nei colori di tendenza.

Dal bluette al rosso fragola ai più classici bianco e nero: questa la palette cromatica che esplode sui capi CANNELLA, tutti made in Italy, insieme ai più delicati colori pastello, come rosa ed azzurro, che mixano fantasie floreali ad animalier con delicata sensualità.
Immancabile per l’estate il total white e le raffinate fantasie geometriche bianco/nero, mixate ad inserti di colore, che rendono unici capi classici, come il tubino ed il tailleur. Anche il long dress CANNELLA diventa più “informale”, alleggerendosi con una cascata di fiori e colore.

 

Il look della donna in carriera

Il look della donna in carrieraLa donna in carriera ha oggi bisogno di comodità e non solo di un aspetto formale. Ecco perchè tailleurs o giacche troppo ingombranti sono diventati démodé. Il dresscode della donna moderna ha una marcia in più e va oltre alle regole dei classici colletti bianchi. La parola d’ordine è comodità e tocco chic.

I colori sono ammessi soprattutto quelli meno agressivi come il rosa pallido, il color tè verde, il giallo paglierino. Perfetti per valorizzare la femminilità di ogni donna, riusciranno a vivacizzare l’ambiente lavorativo oltre che a mettervi al centro dell’attenzione. Se poi completiamo con qualche accessorio in tinta, come un paio di orecchini o una cintura in vita per spezzare un tubino nero, allora il look sarà perfetto.

In tema di scarpe c’è l’imbarazzo della scelta a seconda delle stagioni e delle necessità. Per chi non vuole rinunciare ai tacchi, oltre alla classica décolleté, che non andrà mai in pensione, c’è la zeppa. Brand come Jana, Tamaris e Clarks hanno puntato proprio su questo tipo di calzatura e propongono oggi modelli formali dotati di questo tacco slanciante e assolutamente confortevole.

Il modello più adatto per chi è solita correre da una riunione all’altra è invece la ballerina, declinata in una miriade di colori e forme: a punta rotonda, squadrata o appuntita per le più precisine.

Per la primavera/estate meglio puntare su un paio di ballerine chiare o blu meglio se leggermente serigrafate. Tra le più amate del momento ritroviamo le SB22137 di See by Chloé extra flat e piene di charme.

E visto che andiamo incontro alla stagione calda, non possiamo che avere un occhio di riguardo per i sandali estivi. Guess, Alberto Gozzi, Bocage e molti altri propongono dei sandali davvero accattivanti grazie alle loro linee avvolgenti e sinuose. Colori caldi e paillettes completano l’armonia delle linee sempre lasciando il giusto spazio alla comodità.

Insomma per avere uno stile davvero impeccabile, il segreto sono gli abbinamenti. L’ideale è infatti raggiungere una certa armonia tra accessori e vestiti. Se si vuole puntare su una camicia o una canotta color petrolio, ad esempio, è consigliabile abbinarla ad un paio di décolleté o di ballerine dello stesso colore. Per le tinte più chiare come il bianco invece, è consigliabile spezzarlo con qualche dettaglio bronzo o oro o color cappuccino. Se ad ispirarvi è l'armonia dei colori, potete stare tranquille: potrete puntare su un outfit casual-chic ed essere formali senza grossi compromessi!

 

A Natale, le paillettes festeggiano

altA Natale tutto è possibile. E quest’anno osiamo puntare sul bling bling per far brillare i nostri looks da sera con le paillettes. Ma attenzione a non cadere nell’esagerazione! Uniamo magari accessori brillanti e tenuta sobria, per non rischiare di assomigliare ad un albero di Natale. Ecco una piccola selezione delle marche “brillanti”.
La mode La moda londinese piccante e audace la ritroviamo da Shelly’s ! Creata negli anni ‘50, la marca ha iniziato a farsi conoscere quando ha aperto il suo primo negozio nella capitale britannica. Molto presto attira l’interesse del pubblico poiché ha pensato alle calzature di scena del gruppo punk rock “The Jam”, per la loro prima tournée. Forte grazie alla collaborazione con Vivienne Westwood, John Richmond e Jean-Paul Gaultier la marca attira oggi l’attenzione delle fashionistas ma anche delle riviste femminili che descrivono la marca come un must have. Leggerezza, stravaganza e stile trendy: è questo il London Touch by Shelly’s!
Disegnata dallo stilista francese Frédéric Allard nel 1978, Nine West prende il nome dall'indirizzo dove fu creata, al 9 West 57th Street a New York. La sua filosofia: proporre una moda adatta a tutti gli stili, dal più classico al più stravagante. Il successo non si fa attendere e la marca inizia ad essere distribuita in tutti i continenti ed è diventata oggi un punto di riferimento per tutte le sfilate.
French Connection nasce in Inghilterra nel 1973 grazie a Stephen Marks. All’epoca, questo creatore voleva offrire una moda chic e confortevole ma soprattutto accessibile ad un vasto pubblico. I suoi modelli uniscono l’eleganza ispirata alla cultura francese al carattere piccante e rampante dello stile britannico. Attuale ma sempre un po’ avanti, French Connection detta le proprie regole e rielabora le tendenze per dare una propria visione delle cose.
Creata nel 2004, Bourne conquista rapidamente le appassionate di moda in cerca di modelli lussuosi ma abordabili. Femminili e raffinate, le creazioni della marca sono realizzate con materiali nobili e arricchite con dettagli preziosi. Una cura del dettaglio che ha portato subito la marca al successo! Iinizialmente venduta nelle boutique prestigiose del Regno Unito, Bourne è presente oggi in più di 30 paesi. Grazie al suo stile super glamour, la marca seduce sempre più le donne in tutto il mondo, orgogliose di sfoggiare modelli chic e sexy.

 
Altri articoli...
My Fashion
FREE PREES
Banner
FASHION TIME